Si torna alla vittoria

Pubblicato: 22 aprile 2012 in La squadra

Per 5 a 2, in casa, contro OSMB/B. Reti di Dario, Alex, Ste, Simone e Homer.

E abbiamo anche i video, del gol di Stefano, su rigore…

E di quello di Simone:

Che scoppola!

Pubblicato: 31 gennaio 2012 in La squadra

Inizia male il girone di ritorno per i Bucs che incappano in una brutta sconfitta 0-4 contro la squadra di Parabiago.

La squadra di mister Claudio è apparsa stranamente fragile nel pacchetto difensivo e ha giocato come sa solo per parte del primo tempo.

Pronti via ed è subito 0-1, la punta del Parabiago va via a Angelo sulla destra crossa in mezzo per l’accorrente num. 10 che anticipa con facilità uno spento Marco.

Tre minuti dopo altra occasione per il Parabiago con il num 14 avversario (il più ispirato) che va via per vie centrali a Angelo e Marco ma Jr si supera e in uscita effettua un intervento prodigioso sul tiro della punta.

I Bucs provano a reagire, ma la palla non entra proprio (più per demerito dei Bucs che per meriti altrui).

Si registrano: due ottimi contropiedi sull’asse Ale – Simone, uno sprecato dal piccolo attaccante Bucs con un tiro sul fondo e l’altro concluso con un colpo di testa alto di Igor su cross di Simone e alcuni tiri dalla distanza, tra i quali Angelo dalla trequarti che impegna il portiere e Ale con alcuni tentativi dalla distanza sul fondo.

L’occasione più ghiotta però ce l’ha Fabrizio, punizione dal limite di Ale (il più attivo dei nostri) respinta dal portire sui piedi dell’accorrente Fausto che da pochi metri metri tira una mozzarella in bocca al portiere.

Superata la metà del primo tempo arriva il raddoppio della squadra avversaria, punizione dalla trequarti calciata in mezzo all’area, Junior esce ma manca la palla (forse caricato…) e alle sulle spalle incredibilmente libero appoggia di testa nella porta sguarinta il difensore del Parabiago.

Si conclude il primo tempo, la squadra di casa è sembrata vivace nonostante il passivo ma punita da delle topiche della difesa.

Nel secondo tempo il mister cerca di apportare dei correttivi inserendo Dario per Ange e Homer per Simone (in precedenza era entrato Igor per Fausto).

La musica però non cambia, dopo pochi minuti infatti arriva il 3-0, rinvio del portiere, l’attacante marcato da Dario riesce comodamente a mettere giù palla, mirare e metterla nel 7.

La squadra, col morale a terra, smette di giocare, affidandosi a inutili lanci lunghi che sono preda dei lunghi difensori del Parabiago.

L’unica nota è il palo di Simone (entrato al posto di Ale in ipotermia) dopo un’azione abbastanza confusa in area avversaria.

Le note negative invece sono rappresentate da Igor che accusa un piccolo problema muscolare e da l’ennesima uscita a farfalle di Jr su un azione fotocopia del 2-0.

Il 4-0 arriva nei 10 minuti finale, palla persa da Dario che scivola sul terreno di gioco, l’attaccante si invola sulla destra e batte Jr sul secondo palo con Marco che in scivolata non riesce ad intervenire.

Il brutto secondo tempo finisce qui.

Le Pagelle

Junior 5 il voto è per l’ottima parata del primo tempo a tu per tu con l’attaccante avversario, per il resto si innervosisce presto, colpisce un avversario rischiando il rosso e va a farfalle un paio di volte.

Marco 4.5 la brutta copia del gladiotore delle scorse partite, spento, non guida la difesa come sa e il reparto crolla.

Angelo 4.5 la due azione dei primi minuti sono l’emblema della sua prestazione, i due attaccanti del Parabiago gli vanno via regolarmente con facilità, meglio come esterno.

Dario 4.5 i gol del 3-0 e del 4-0 (sfortunato) li ha sul groppone.

Riky 5 Dovrebbe fare una partita di copertura ma in difesa non si vede praticamente mai.

Fabrizio 4.5 il gol sbagliato è l’emblema della sua partita.

Alex 6,5 dai suoi piedi partono le azioni pericolose del primo tempo, ci mette la grinta giusta anche se alcune volte con troppa foga.

Igor 5 Ha una buona palla sulla testa che manda alta, le sue sgroppate sono meno frequenti del solito e inefficaci, meglio di Fabrizio nel complesso.

Simo 5.5 Alcuni contropiedi ben manovrati nel primo tempo, un palo nel secondo tempo (errore non merito), il resto tutto fumo.

Homer 5 Si intestardisce a battere le punizioni anche se non riesce ad alzare la palle di 2 cm, prova il suo tiro dal calcio d’inizio ma questa volta esce una ciofeca. Meglio quando viene spostato da esterno.

In ritardo, i voti di settimana scorsa!

Pubblicato: 29 gennaio 2012 in La squadra

Junior 5,5

Dario 6

Stefano 6,5

Marco 6,5

Riccardo 7

Giorgio 6,5

Alessandro 7,5

Fabrizio 6

Igor 7

Homer 6,5

Salvatore 6

Simone 6,5

Oltre la difesa: arrivano i gol

Pubblicato: 18 dicembre 2011 in La squadra

Tre punti portati a casa con relativa facilità: Bucs – Repax finisce 5 a 1. La squadra guidata da mister Claudio tiene il pallino del gioco per tutti i 60 minuti della partita, riuscendo a mostrare buone giocate offensive e la solita solidità difensiva che, al momento, vale un terzo posto come miglior difesa del campionato.

Formazione di partenza con Junior tra i pali, Marco e Angelo davanti a lui, Stefano a fare da schermo. Fabrizio parte sulla sinistra e Alex sulla destra, con Salvatore – fascia da capitano per lui – davanti.

La partita comincia subito con i Bucs che cercano di imporre il proprio gioco, ma per sbloccare il risultato dovrà passare un quarto d’ora. Nei primi 15 minuti, infatti, sono numerose le occasioni fallite. Ci pensa proprio Salvatore: palla dentro, controllo non felicissimo in area che permette comunque al centravanti dei Bucs di liberarsi al tiro: uno a zero. Il raddoppio arriva pochi minuti dopo, con un’azione personale di Alex che, superati un paio di giocatori avversari, calcia di potenza e rasoterra da posizione molto defilata: la palla si insacca sul secondo palo, all’angolino basso. Alex va subito vicino alla doppietta, con un gran tiro da oltre la tre quarti che colpisce il palo. Prima del riposo arriva anche il terzo gol: Salvatore cerca di trovare lo spazio per calciare ma, all’ultimo, sceglie di servire Fabrizio, accorrente da sinistra. Fabrizio non ci pensa due volte e trafigge l’incolpevole portiere avversario.

I cambi, già iniziati nel primo tempo, fanno sì che la formazione di inizio secondo tempo veda Angelo e Dario coppia difensiva, Stefano davanti a loro, Ricky a sinistra, Homer a destra e Simone davanti. Il quarto gol è opera proprio di quest’ultimo, che sfrutta una palla non trattenuta dal portiere, su tiro da fuori di Homer. Una disattenzione permette agli avversari di accorciare le distanze: il centravanti avversari, praticamente indisturbato, trafigge Junior colpendo di testa da calcio d’angolo. Il quinto gol, invece, entra di diritto nella cineteca Bucs: Giorgio, da poco subentrato a Stefano, supera un avversario con un sombrero e, al volo, calcia dalla distanza. La palla scende e si insacca sotto la traversa.

Si chiude così, sul 5 a 1, una delle prestazioni stagionali più convincenti dei Bucs. La strada è segnata, l’importante è farsi trovare pronti a gennaio.

Le pagelle:

Junior 6: compie un intervento di piede nel primo tempo e fa una parata per i fotografi nel secondo. Per il resto assolutamente non impegnato.

Angelo 6,5: partita molto fisica con il centravanti avversario, forte di diversi centimetri e di una buona stazza. Si disimpegna comunque bene, concedendogli il tiro solo in un paio di occasioni.

Marco 6,5: gioca solo un tempo, offre la solita sicurezza dietro, tappando buchi a destra e sinistra. Piuttosto impreciso quando deve calciare lungo a incrociare.

Dario 6: si veda lo stesso discorso fatto per Junior. Poco impegnato per tutto lo spezzone di partita che ha giocato.

Stefano 6,5: gioca nel suo fazzoletto e fa girare palla. Mantiene la posizione senza mai (e questo è il limite) avventurarsi oltre la trequarti offensiva.

Alex 7,5: basta un tempo per far vedere di cosa è capace. Non è perfetto difensivamente (si lascia spesso l’avversario alle spalle), ma quando c’è da saltare l’uomo, calciare o comunque metterci una gamba oggi non ce n’è.

Fabrizio 6,5: conferma il trend delle ultime buone prestazioni, mettendo a segno anche una rete (è una stagione particolarmente prolifica per lui, da tenere d’occhio in quanto a fantabonus). Si divora, però, un gol a porta vuota.

Salvatore 7: galvanizzato dalla fascia da capitano, gol e assist per “il tigre”. E tanta grinta.

Homer 7: di questi tempi è l’arma in più. Salta l’uomo con grande facilità e riesce ad andare spesso al tiro. Un gol l’avrebbe meritato, peccato.

Ricky 6: o meglio, 6 – – per le due occasioni fallite. I tempi di inserimento corretti si sono visti, così come la visione di gioco. Manca ancora la concretezza, ma arriverà.

Simone 6,5: tanta quantità e una buona intesa con Ricky. Trova anche il gol, da rapace dell’area di rigore. Si conferma capocannoniere dei Bucs.

Giorgio 7: un gol da cineteca e l’aggressività giusta in mezzo al campo. E pensare che è stato in dubbio fino all’ultimo a causa della ferita di settimana scorsa.

Dodicesima di Campionato.

Pubblicato: 17 dicembre 2011 in La squadra

Contro Repax che viaggia a 11 punti in classifica e a meno 7 di differenza reti,

I Bucs. arrivano da una vittoria importantissima, che li ha portati al sesto posto con 17 punti e un più 2 di differenza reti, oggi devono dimostrare di essere diventati un po’ più maturi, oggi devono dimostrare che quel sesto posto va stretto e che i Bucs. dovrebbero stare ancora un po più su.

Mister Claudio, che si presume sia il primo che vorrebbe dimostrare dove possono arrivare i suoi ragazzi, oggi si vede a schierare una formazione senza Miotto, escluso dopo il colpo al volto preso nella precedente partita, può contare comunque su molte altre risorse a sua disposizione.

La probabile formazione (sicuramente più precisa di quelle della Gazzetta) vede l’insostituibile Junior tra i pali, difesa a due Caimi Curci, centrocampo formato da Bechevolo, Catone (il Dottore), Homer in attacco Cocco.

A disposizione, Zampini, Catone R., Puricelli, Colombo, Toffano.

Non ci resta che aspettare le 16:00 per la certezza della formazione, fino a quell’ora parola ai Fantallenatori.

E’ un ottimo 0 – 2!

Pubblicato: 14 dicembre 2011 in La squadra

E’ un ottimo 0-2 il risultato ottenuto dai Bucs sul campo di Robecchetto. Una vittoria che permette di scavalcare gli avversari in classifica e di portarsi al sesto posto.

Partita non particolarmente entusiasmante, a dire la verità. Mister Claudio manda in campo Junior tra i pali, Marco e Angelo a comporre il pacchetto difensivo, con davanti a loro Stefano. A destra Alex e a sinistra Igor, davanti, in posizione inedita per questa stagione, Simone. Le reti arrivano una per tempo. La prima, messa a segno da Homero su capovolgimento di fronte. La seconda, quasi allo scadere, messa a segno da Salvatore su rimessa dal fondo. Due gol realizzati da giocatori entrati a partita in corso, quasi a sottolineare che le partite si vincono così, con l’impegno di tutti.

Il futuro, però, non è roseo. Se la storia ci insegna qualcosa, tutte le volte che i Bucs hanno avuto l’occasione di dare la svolta al proprio campionato si sono ritrovati con un pugno di mosche in mano. L’occasione, questa volta, sta nell’infilare una serie di vittorie consecutive, che permetterebbero di agganciare il gruppetto davanti. L’alternativa è un campionato anonimo, di mezza classifica. Ce la faranno?

Le pagelle:

Junior voto 7:  ha perso più tempo di quello che ha giocato, l’ha dichiarato lui stesso a fine partita, è stato chiamato in causa solamente due volte ma tutte e due le volte si è fatto trovare pronto, sopratutto su una insidiosa punizione nel secondo tempo. Mette anche un pallone d’oro sulla testa di Cocco per il 2 a 0.

Caimi voto 6.5: ha controllato e impartito ordini. Ha discusso più volte con l’arbitro, per il resto normale amministrazione.

Curci voto 6: non si sa se abbia detto una sola parola in 60 minuti, ma si è fatto sempre trovare pronto e ogni tanto ha anche fatto capire all’avversario che lui era presente. Non un gran voto perchè sull’1 a 0  il suo “bip nel cervello” stava per far un gran danno.

Miotto voto 6.5: ha visto poco il terreno di gioco, anche a causa di un colpo preso all’occhio destro, senza gravi conseguenze, che però ha portato alla sostituzione.

Catone S.G. (che non è Super Ghiottone) voto 6.5: poco da dire, corre meno e chiude meno di Miotto, ma imposta meglio il gioco. Insomma, se solo imparasse anche a correre…

Toffano voto 5.5: “è ancora freddo, deve ancora rodare”, mi verrebbe da pensare questo, ma i meccanismi li conosce ormai. Molto probabilmente è troppo isolato in avanti.

Bechevolo voto 6.5: gioca la sua solita partita, questa volta però gli manca l’assist su rimessa laterale.

Homer voto 6.5: entra, attende 10 minuti e la piazza: 1 a 0. Lotta finché ne ha (poco) ma sa che il suo lavoro l’ha svolto.

Puricelli voto 6: corre, corre, corre, picchia, corre, tira. Corre, e i compagni gli urlano dietro, ma per fortuna c’è e li sulla fascia si nota e si fa notare.

Catone R. voto 6.5: sta iniziando a capire come funziona un campionato di CSI a 7. Hai presente il gioco del calcio? Ecco, scordalo. Fiducia, piano piano darà sempre di più ai Bucs.

Cocco voto 6.5: isolato anche lui, in una steppa, o in una prateria, di palle comunque ne tocca un bel po’ gli bastano per realizzare il 2 a 0 che permette di portare a casa i tre punti. Corre e litiga: ne ha il “ragazzo”…

Colombo voto 6: svolge il suo compito, batte anche una punizione che sorprende un pò tutti, più che altro perchè molti si aspettavano un tiro alla Del Piero e invece parte una legnata che esce di poco.

Mister Claudio voto 6.5: riesce a far giocare tutti e porta a casa i 3 punti in una trasferta non tanto semplice.

Pol.Osmb/B Vs. Virtus Buccaneers

Pubblicato: 9 dicembre 2011 in La squadra

E’ la partita di domani, ore 18:00 domenica, 0re 15.00.

Fuori casa, si gioca a Robecchetto, Osmb/B ha un punto in più di noi, 28 gol fatti e 28 subiti, noi non andiamo lontano 26 fatti 26 subiti,visto l’orario i giocatori saranno belli svegli ma anche congelati, congelamento che colpirà di sicuro qualche tifoso.

Dopo l’ultima di campionato i ragazzi dei Buc. arriveranno molto incazzati, almeno si spera, perdere 4a5 contro i secondi in classifica non è andato giù a molti e visto lo strepitoso secondo tempo di settimana scorsa sognare la vittoria non è proibitivo.

E’ l’11 di campionato, una giornata, diciamo favorevole per i Buc. sempre se si portano a casa i tre punti, non sappiamo ancora chi sono i giocatori convocati da Mister Claudio ed è per questo che i Fantallenatori (Classifica FantaVirtus) dovranno aspettare domani mattina per avere qualche informazione in più, ma sappiamo che tre punti servono e servono molto, per il morale della squadra e dei tifosi…e per la posizione in classifica, tre punti che sicuramente saranno difficili da conquistare, ma che saranno conquistati con il cuore Buccaneers.

A domani per le ultime dal campo.

E’ scattata l’ora X

Pubblicato: 6 dicembre 2011 in La squadra

Grande attesa, creata da insistenti voci di mercato, sul probabile arrivo di un famigerato Mister X, a rimpolpare le file dell’attacco Bucs. Sembra che alla difficoltà nell’andare a rete si cercherà di rimediare con un nuovo innesto.

Le indiscrezioni fatte circolare sul web si sono concentrate su tre nomi:

Lucas Pratto

Soprannominato El camello, l’attaccante argentino classe 1988 sta deludendo le aspettative della tifoseria genoana. Tanta voglia e tanta grinta, ma davvero poche capacità in fase realizzativa. Chissà che il calcio a 7 non sia il suo sport: stazza fisica imponente, aggressività e poco dinamismo. Potrebbe fare la differenza.

 

Simone Tiribocchi
Idolo indiscusso di qualsiasi tifoseria, l’attaccante cresciuto di Fiumicino (e per questo idolo di Danilo) si trova ai margini dell’Atalanta. Il grandissimo stato di forma di Denis e le buone aspettative che accompagnano Gabbiadini avevano portato la società bergamasca alla decisione di cederlo già ad agosto. Il trasferimento a Varese saltò per questioni di minuti, ma per il CSI c’è tempo fino al 31 dicembre.

 

 

Riccardo Zampagna
Ritorno al calcio giocato per l’ex centravanti di Messina e Atalanta? Non proprio: Zampagna dal 3 novembre milita nelle fila dell’Amici Di Enzo, squadra di calcio a 7 del campionato UISP di Terni. All’esordio ha messo a segno due splendide reti, che sembrano aver incantato la dirigenza Bucs, disposta a fare follie pur di portarlo a vestire i colori bianco-rossi.

Il cuore, a metà

Pubblicato: 4 dicembre 2011 in La squadra

“Era meglio perdere quattro a uno”, per non avere rimpianti, dichiara Cocco a fine partita. Non lo sappiamo cosa sia meglio, l’unica cosa che sappiamo è che San Giorgio torna a casa con tre punti, meritati, mentre i Bucs devono accontentarsi di un secondo tempo di gran calcio e del sogno di una rimonta sfiorata, che avrebbe cambiato il ricordo di questa partita. Ricordo sintetizzato dal tiro di Fabrizio, allo scadere, che termina a pochi centimetri dal palo, e il triplice fischio, un istante dopo, a dirci che può bastare così. Cinque a quattro.

Mister Claudio sceglie di cominciare con Junior tra i pali, davanti a lui Marco e Dario, e a fare schermo Giorgio. Sugli esterni, a destra Igor e a sinistra Simone. Unica punta Salvatore. A disposizione Angelo, Ricky, Fabrizio, Alex e Homer. Fa la sua comparsa anche il massaggiatore, che a fine gara si scroccherà una doccia.

La partita non comincia bene. Pronti via e gli avversari passano in vantaggio: il numero 10 avversario, partendo dalla nostra destra, si porta a spasso mezza difesa, si accentra, scarica sul numero 8 che serve il numero 18, colpevolmente lasciato libero in area. E’ l’uno a zero, ma la reazione è immediata. I nostri vanno più volte vicino al pareggio, soprattutto con un tiro di Salvatore, che termina alto. Il pareggio, alla fine, arriva, con un tiro di Simone da fuori. Siamo solo all’inizio, però. San Giorgio mantiene il controllo del centrocampo e il numero 8 sembra tenere saldamente in mano il gioco. Mister Claudio decide di cambiare, inserendo Ricky al posto di Giorgio, ma le cose non cambiano. Un tiro-cross dalla lunghissima distanza non viene controllato da Junior, che tocca il pallone concedendo un calcio d’angolo alla squadra avversaria. Puntualmente arriva il raddoppio, ancora del numero 18, che sbuca sul secondo palo e indisturbato insacca. Il primo tempo, purtroppo, non finisce qui. Perché se i Bucs ci provano con diverse ripartenze e alcuni calci da fermo, rendendosi a volte molto pericolosi ma non riuscendo mai a trovare la soluzione vincente, San Giorgio continua a controllare il gioco e a infilare i nostri e il pallone in rete. Pochi minuti dopo, un pallone scaricato da Igor su Ricky viene intercettato prima di arrivare a destinazione, ancora dal numero 8, il quale si invola indisturbato in rete. Si cambia ancora, Simone in mezzo e Ricky a sinistra. La storia, però, non cambia: il numero 8 affonda nuovamente per vie centrali, apre sul numero 10 che di sinistro calcia sul primo palo, a mezza altezza: non un tiro irresistibile, ma il punteggio vola sul quattro a uno.

Il primo tempo finisce così e gli stati d’animo, su entrambe le panchine, sembrano piuttosto rilassati. Gli avversari conducono la gara. I nostri se la ridono. Entrambi, però, non sanno quel che sta succedendo. Marco, in panchina, dà la sveglia ai suoi e mister Claudio indovina i cambi giusti. Si ritorna in campo con Dario e Angelo come coppia difensiva, Marco davanti a loro, Alex a destra, Ricky a sinistra e Homer davanti. Nel frattempo completa il riscaldamento Fabrizio, che dopo cinque minuti va ad occupare il posto di Ricky. Nel rientrare in campo, il numero 10, vedendo Marco spostato a centrocampo gli chiede: “Ah, ti hanno spostato in avanti?”. Una voce, non facilmente comprensibile, si alza decisa dalle retrovie: “Non preoccuparti, che a te adesso ti prendo io”. E’ Angelo, che torna a calcare il campo dopo una lunga assenza. Il secondo tempo è tutta un’altra storia. Angelo annichilisce il numero 10 avversario, Marco prende letteralmente il possesso del campo, Fabrizio e Alex diventano l’incubo dei propri diretti avversari, Homer ci mette la sostanza, là davanti. I nostri premono sull’acceleratore e incominciano a confezionare occasioni da rete a un ritmo vertiginoso. Alzano progressivamente il baricentro, mentre gli avversari si rintanano a difesa del rassicurante 4 a 1. Il primo ad accorciare le distanze è Alex, 4 a 2. Nemmeno il tempo di esultare che siamo imbucati ancora una volta, perché sempre Alex prova un numero da campione in mezzo al campo, perdendo palla e concedendo il contropiede agli avversari, i quali partono indisturbati da metà campo e arrivano a concludere con un tiro centrale che si insacca alle spalle di Junior. Una mazzata che abbatterebbe un elefante, ma non i nostri, che ci credono ancora. E’ vero e proprio assedio, interrotto solamente da un palo e una punizione presi dagli avversari. Il 5 a 3 viene siglato da Fabrizio, dopo aver dialogato con Marco. Il 5 a 4 arriva ancora dai piedi di Alex, che trasforma la rabbia in un urlo e l’urlo in una sassata che gonfia la rete avversaria. L’ultima occasione, allo scadere, è sui piedi di Fabrizio. Non un’occasione limpida, anzi, una palla piuttosto sporca, da fuori, e non propriamente da posizione ideale. Il tiro termina a lato, proprio là dove finiscono anche le nostre illusioni.

Junior 5: gli avversari centrano la porta 7 volte, realizzando 5 gol. Sul secondo gol mostra un’incertezza, regalando un calcio d’angolo che si rivelerà fatale. Il quinto gol, che poteva essere quello della mazzata definitiva, è un tiro forte ma centrale, che gli passa praticamente sopra alla testa.

Dario 5: diverse incertezze sia nel primo che nel secondo tempo, durante il quale trova almeno tre volte lo spazio per il tiro, non riuscendo mai a trovare soluzioni pericolose. Il numero 18 è un avversario di tutto rispetto che mette in sofferenza il difensore dei Bucs. Nel primo tempo scheggia la traversa con un colpo di testa su calcio d’angolo.

Marco 7,5: primo tempo non entusiasmante, ma secondo tempo da leader vero. Prende per mano la squadra e guida la riscossa dei Bucs. “Un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo”, peccato per la fantasia. E un po’ di piedi in più non guasterebbero.

Angelo 7,5: al rientro dopo una lunga assenza, nel secondo tempo annulla l’attaccante avversario mettendo in campo quell’aggressività che lo contraddistingue. Spesso e volentieri gioca palla, facendo ripartire l’azione.

Giorgio 6: un voto che è più un “senza voto”.

Ricky 5,5: in mezzo al campo è messo in sofferenza dal numero 8. Spostato a sinistra si disimpegna meglio. Probabilmente è da provare da metà campo in su, più libero di muoversi e con meno legna da fare.

Simone 5: prestazione sottotono per il capitano dei Bucs, che trova la via del gol ma non riesce a entrare in partita, a rendersi pericoloso (sembra l’Eto’o che faceva il terzino) e a giocare coralmente con il resto della squadra.

Igor 5: non è il migliore Igor che abbiamo visto in scena quest’anno, e di sicuro non paragonabile con quello degli anni scorsi. Gli manca l’affondo in diagonale – la sua arma letale – e una buona dose di corsa.

Fabrizio 7: miglior prestazione stagionale. Aggressività, tanti palloni giocati. Con il suo amico Homero si trova facilmente, ma non disdegna nemmeno il dialogo con Marco. Prestazione condita dal gol.

Alex 7: colpevole sul quinto gol avversario, il suo contributo alla partita rimane comunque decisamente oltre la sufficienza. In un paio di occasioni mette in campo numeri da campione, su tutti la scivolata sulla linea con la quale, in una sola mossa, recupera palla e salta l’avversario. Una doppietta più che meritata.

Salvo 5,5: isolato, più volte torna dietro la metà campo per rimediare qualche pallone. Ha un paio di occasioni che non riesce a sfruttare a dovere.

Homer 7: in attesa del Mister X che si vocifera arriverà martedì, ci pensa lui a dare peso all’attacco. Dialoga con i compagni più delle altre volte, risultando costantemente all’interno della manovra.

Foto Partita.

Arrivano i secondi in classifica

Pubblicato: 3 dicembre 2011 in La squadra

Prova di fuoco, oggi, per i Buccaneers, che sul terreno amico affronteranno i secondi della classe. La Polisportiva San Giorgio ha realizzato, finora, 21 punti, frutto di 7 vittorie e 2 sconfitte, maturate con Real Busto (2 – 5) e Boffalora (3 – 1), rispettivamente prima e terza in classifica. San Giorgio si presenta forte del miglior attacco, con ben 58 reti realizzate (il secondo miglior attacco è Real Busto, con 47 segnature). C’è da dire che la difesa non è tra le migliori del campionato in quanto a reti subite (33).

I Bucs arrivano da due settimane di lavoro intenso, ma come ben sappiamo, per quanta benzina si possa mettere nelle gambe dei nostri beniamini, poi, in campo, dipende sempre dalla loro voglia e concentrazione.

Quasi tutti a disposizione di mister Claudio, oggi, tranne Stefano (che patisce ancora un dolore alla caviglia sinistra) e Vittorio (le prime informazioni disponibili rivelano un doloroso fastidio al ginocchio). Rientra anche Angelo, ma i minuti nelle sue gambe sono davvero pochi.

La probabile formazione:

Junior tra i pali. Marco e Dario coppia difensiva. Giorgio a fare schermo davanti a loro. Igor e Simone sugli esterni e Salvatore davanti.

A disposizione: Angelo, Ricky, Fabrizio, Alex, Homero.

Ballottaggi:

Giorgio 51% – Ricky 49%.

Igor 70% – Alex 30%.

Salvatore 65% – Homer 35%.